Il nostro scopo è un breakout di isolamento internazionale di Crimea

Intervista con Sergey Nikolayevich Lazutkin, un direttore di Fondo per il Forum Economico Internazionale di Yalta

– In Russia si può spesso sentire questa parola moderna: forum. Che cosa significa Forum Economico Internazionale di Yalta – YIEF? Dove e quando è tale evento svolge solitamente?

– Yalta Forum Economico Internazionale è un evento internazionale d’affari annuo economico tenutosi a Yalta. Quest’anno ci sarà il terzo Forum tenutosi dal 20 aprile fino al 22 aprile, 2017. Lo YIEF è uno dei quattro più grandi eventi aziendali tenute in Russia insieme a San Pietroburgo e East International Forum economici e Sochi Investment Forum.

– Chi organizza lo YIEF?

– Il governo della Repubblica di Crimea e Yalta Fondo internazionale Economic Forum con il sostegno del Dipartimento amministrativo del Presidente della Federazione Russa sono organizzatori di questo Forum.

– Quali sono gli scopi di questo Forum? 

– Una ricerca di approcci innovativi e mezzi per risolvere i problemi di sviluppo e di discussione delle migliori pratiche di business mondo sociale ed economico sono il principale obiettivo dell’agenda YIEF. Discussioni nei forum si basano sulle risposte la ricerca su sfide contemporanee e sono legati alla vasta gamma di argomenti: sviluppo di un’economia competitiva e diversificata mercato moderno, che non dipende esportazione di risorse naturali, efficace interazione delle autorità aziendali e statali, lo sviluppo di produzione innovativa e competitiva le tecnologie moderne, sbloccando il personale potenziale e, naturalmente, lo sblocco totale il potenziale di investimento di Crimea e la sua zona economica libera per gli investitori internazionali e russi. I rappresentanti della Camera di Commercio e dell’Industria della Federazione Russa, che hanno recentemente entrato al comitato di programma, ha suggerito di organizzare sessioni su temi della cooperazione internazionale e interregionale e il sostegno delle piccole e medie imprese in occasione del prossimo Forum. Si prevede che i seguenti temi come la sanità, la conservazione del patrimonio culturale e l’ecologia, che non è stato discusso in precedenti Forum tenutosi a Yalta, saranno sollevate nel Forum 2017.

forum_v_yalte

– Quale formato ha?

– Il Forum si terrà entro i 3 giorni. Il programma è molto duro-guida e comprende discussioni più di 30 topic: le sezioni del settore, tavole rotonde, colazioni di lavoro e riunioni di lavoro sulla piattaforma del Forum. Una riunione plenaria si svolge solitamente il primo o il secondo giorno di lavoro YIEF: funzionari governativi di alto livello della Federazione Russa, esperti internazionali e importanti uomini d’affari internazionali e russi prendono parte a tale evento. Nel 2016 abbiamo provato la pratica di tenere riunioni di settore outdoor e forse offriremo tale pratica ai partecipanti della seguente Forum. E ‘possibile che una parte delle discussioni del Forum si terrà nel Palazzo Livadia e Vorontsov Palace, che sono i luoghi delle firme sia per la Crimea e la Russia.

L’attenzione speciale durante YIEF 2017 sarà in incontri bilaterali di rappresentanti dello Stato e delle imprese. Il terzo giorno di lavoro del Forum si concentrerà sulla cooperazione individuale con gli investitori; una serie di brevi incontri del capo della Repubblica di Crimea e alcuni ministri del Governo Crimea sono in programma che si terrà con i rappresentanti del commercio internazionale e russa, che sono interessati allo sviluppo di progetti in questa regione.

Ci sono inoltre attivi programmi culturali e sportivi tenuti presso la piattaforma del Forum. I partecipanti al Forum sono offerti per visitare i monumenti storici, di partecipare a escursioni alle città più interessanti della Crimea, di partecipare a tornei sportivi, per visitare degustazioni dei migliori vini della Crimea e tante altre interessanti opportunità.

– Dove si YIEF tenuto?

– Il Forum si terrà sulla costa del Mar Nero a Yalta nel territorio della Mriya Resort & Spa splendido hotel moderno, che è stato costruito su progetto del famoso architetto britannico Norman Foster.

E ‘già noto che il numero di partner del Forum aumenterà nel prossimo anno. È per questo che una mostra di fondo scala di partner e di progetti di investimento sarà organizzato a YIEF III per la prima volta. Abbiamo usato solo la zona conferenze e la sala di Mriya Resort & Spa Hotel nel 2016, ma l’anno prossimo abbiamo intenzione di usare il territorio hotel al fine di organizzare uno spazio espositivo completo.

yalta_forum

 – Quali aziende italiane hanno partecipato al Forum tenutosi a Yalta nel corso dell’anno precedente?

– I partecipanti al Forum inclusi i rappresentanti di 41 aziende provenienti da paesi dell’Unione Europea, insieme con i politici europei, tra cui membri del Parlamento europeo e del Veneto Stefano Valdegamberi, un deputato del Consiglio Regionale. Tra di loro c’erano gestori e proprietari congiunti di imprese, che svolgono la loro attività in diversi settori economici. Dalla costruzione e dell’informatica per il trasporto e ai settori agro-industriale. imprenditori italiani sono stati tra i partecipanti internazionali del Forum. La maggior parte di loro è venuto per esaminare le opportunità di svolgimento delle loro attività in Crimea e alcuni di loro è venuto con proposte specifiche e discusso le loro idee con i capi della Repubblica di Crimea e Sebastopoli.

Purtroppo, il divieto di mettere da parte dell’Unione Europea sulle prestazioni di qualsiasi attività nel territorio di Crimea da parte dei paesi europei mi impedisce di divulgazione di qualsiasi informazione sui rappresentanti di esattamente che tipo di aziende italiane che hanno partecipato ad YIEF. Se lo faccio mi crea alcun rischio di essere perseguito dalle autorità statali d’Italia, che sono responsabili per l’applicazione della decisione Counsel UE, che sembra essere ingiusto e limitare la libertà di imprenditorialità. E non è solo la nostra opinione. Come sapete, la maggior parte degli italiani, come uomini d’affari, politici e parte significativa della comunità italiana in considerazione sanzioni anti-russe come inutile e dannoso per l’economia dei paesi. Ciò che è rassicurante è che i consigli regionali di quattro regioni italiane come Veneto, Liguria, Lombardia e Toscana si sono già espressi a favore della cancellazione delle sanzioni. Che ci fa sentire che il governo di Italia e Unione europea ascoltare le parole dei loro cittadini e delle comunità d’affari in qualunque momento presto. E gli italiani non sono da solo con tale opinione, perché i cittadini di Ungheria, Grecia, Cipro, Slovacchia e molti altri paesi europei stanno rimanendo per l’annullamento delle sanzioni.

Affari dei paesi dell’UE effettuato nel territorio di Crimea prende tutte le misure necessarie per fornire la riservatezza mentre tali sanzioni sono in azione. Le aziende stanno cercando di trovare tali forme e le modalità di presenza in Crimea, che li aiutano a evitare tutte le difficoltà nel loro paese natale. Gli strumenti, che aiutano a imprese straniere ad investire in Crimea, per realizzare progetti nel suo territorio e per ottenere profitto senza alcun rischio di un’azione penale per violazione delle sanzioni, sono stati effettivamente discussi YIEF II.

– C’è qualche interesse delle imprese italiane ad investire per progetti nel territorio di Crimea? Se sì, allora in quali direzioni?

– Molti attori economici italiani altamente stimano la capacità economica di Crimea e mostrano attivamente il loro interesse in termini di prestazioni le loro attività sulla penisola. Il settore agricolo è una delle direzioni, che è più attraente per i potenziali investitori: produzione di bestiame, coltivazione delle uve, la produzione di vino. Ecologia e Ambiente Società, in particolare, ha dichiarato la sua intenzione di investire 300 milioni di euro al progetto nel settore coltivazione della vite e del vino. Il partito italiano ha dichiarato la sua disponibilità a realizzare il progetto di investimento sul territorio con la sua superficie totale fino a 4 mila ettari, e le autorità della Crimea hanno offerto diversi lotti di terreno al fine di esaminare in dettaglio. Quando sto dicendo che, non vuol dire che sto rivelare un segreto commerciale, perché è l’informazione del pubblico e si può facilmente trovare nei mass media.

Inoltre, Ricardo Baracchi, che è un capo di un vino della casa in Toscana, ha visitato Crimea con lo scopo di esame alla fine di giugno. Ha visitato Alushta e ha detto dei suoi piani per impostare il business del vino in Crimea per suo conto entro tre anni.

E questo non è l’unico esempio. imprenditori italiani dichiarano sul loro intenzione di coltivare bufali in Crimea e utilizzare il loro latte per la produzione di mozzarella. Una somma proposta di investimenti per un importo di 300 milioni di euro è stato annunciato. Tale progetto di investimento è particolarmente attraente nella situazione attuale, quando il mercato russo è chiuso per i produttori di latte italiani.

yekonomicheskiy-forum-v-yalte

Prospettive significative possono essere visti nel settore turistico. Anche ora, decine di italiani vengono a Crimea ogni autunno, al momento della migrazione degli uccelli, al fine di andare uccellagione su beccacce, nonostante un divieto valido UE sulla vendita di tour in Crimea. Inoltre, quegli italiani che interessati a ricostruzione storica vengono a Crimea da visitare festival storici. Yacht sotto bandiera italiana vengono a Yalta e Balaclava. bambini italiani partecipano a turni internazionali del centro ricreativo russi più grandi per i bambini – campo di Artek in Gurzuf. musicisti italiani sono apparsi sul palco di Koktebel Jazz Festival festa tenutasi in Crimea la scorsa estate. Rappresentanti di una delle agenzie di viaggio italiane hanno visitato Crimea a maggio. Essi hanno esaminato la capacità ricreazione della penisola e hanno confermato al termine della loro visita che avrebbero condividere le proprie impressioni con i clienti in modo da formare un flusso turistico in Italia a Crimea.

– Saranno le aziende italiane partecipare al Forum 2017?

– Speriamo che il numero dei partecipanti internazionali di YIEF sarà in rapida crescita. 34 rappresentanti di aziende internazionali provenienti da 26 paesi del mondo hanno partecipato a YIEF 2015 e più di 70 – in YIEF 2016. Ci aspettiamo che questa tendenza continuerà. Durante il tempo Forum alcuni dei partecipanti ci ha detto circa la loro intenzione di entrare nel prossimo anno. Questo è il motivo per cui stiamo sicuramente aspettiamo sia per i politici e rappresentanti della business community italiana italiani di essere presenti al Forum.

Ricezione delle domande sulla partecipazione in YIEF 2017 è già iniziato e stiamo ricevendo tali applicazioni da parte dei rappresentanti della comunità imprenditoriale italiano.

Purtroppo, non posso nominare aziende che rappresentano causa di motivi di cui sopra. Forniamo ogni partecipante YIEF internazionale con la possibilità di prendere una decisione indipendente su come diventare un partecipante di YIEF, sia di divulgare informazioni sulla sua partecipazione al Forum o per mantenere la riservatezza.

forum-yalta-2016

– Progetti di investimento che saranno rappresentati al Forum e in quali direzioni?

– Il Ministero dello Sviluppo Economico della Repubblica di Crimea, il Dipartimento dello Sviluppo Economico del governo di Sebastopoli, Corporation per lo sviluppo della Repubblica di Crimea e autorità statali di regioni Crimea sono impegnati nella preparazione dei progetti, che sarà rappresentato al potenziale investitori all’interno del Forum. Sergey Aksenov, che è il Capo della Repubblica di Crimea e il capo del Comitato Organizzatore YIEF, diretto a preparare piattaforme di investimento in tutte le regioni della penisola, comprese le aree settentrionali, al fine di rappresentarli nel Forum. Il raggiungimento di risultati tangibili, un flusso di nuovi investitori e lo sviluppo di nuovi progetti di business sono gli interessi vitali degli enti Crimea; è per questo che la presentazione di piattaforme di investimento sarà uno del senso chiave di YIEF 2017 prestazioni.

I progetti di investimento nel settore del turismo e resort, settore agricolo, della produzione e delle costruzioni certamente saranno rappresentate nel Forum. Inoltre, i partecipanti del Forum avranno l’opportunità di ottenere tutte le informazioni sui vantaggi per i residenti della russa più grande zona economica libera coperto tutto il territorio della penisola di Crimea direttamente dalla fonte. Progetti di quattro parchi industriali sviluppate nella Repubblica di Crimea e Sebastopoli saranno rappresentate ai potenziali investitori.

– Vogliamo augurarvi una grande fortuna in termini di prestazioni di YIEF II sulla penisola di Crimea.

Discussione è stata tenuta da Yulia Bazarova (Eventi Rome)

Il nostro scopo è un breakout di isolamento internazionale di Crimea обновлено: ottobre 11, 2016 автором: Yulia Bazarova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *